Sudore: tutto quello che c’è da sapere

Sudore: tutto quello che c’è da sapere

Il sudore è un fenomeno di produzione di liquidi che si verifica in moltissime specie animali oltre che nell’uomo, e ciò avviene attraverso apposite ghiandole dette sudoripare.

In particolare, il corpo umano possiede tra i due e i quattro milioni di ghiandole sudoripare posizionate per lo più sui palmi delle mani e dei piedi. Gli uomini hanno un numero minore di ghiandole sudoripare rispetto alle donne ma producono una maggiore quantità di sudore. Queste piccole ghiandole recuperano l’acqua calda dal sangue e la trasportano fuori attraverso i pori, normalizzando costantemente la temperatura corporea.

L’estate è tipicamente la stagione in cui si suda maggiormente e si deve combattere contro la disidratazione e la perdita di sali minerali. Il nostro corpo, anche senza allenamento, perde in media da uno a due litri di acqua al giorno, più della metà di quella espulsa attraverso le urine.

L’espulsione di liquidi può arrivare a più di due litri all’ora, fino a perdere dai dieci ai dodici litri di acqua al giorno nel caso in cui si faccia parecchio allenamento. Un atleta che svolge allenamenti molto pesanti può perdere attraverso il sudore addirittura fino al 6% del peso corporeo.

 

Cos’è davvero il sudore e come funziona?

Fondamentalmente si tratta di acqua salata e sali minerali in quantità variabili (soprattutto sodio, cloro, potassio). Quando si suda la respirazione viene accelerata, il cuore aumenta il ritmo, migliorando la circolazione, e il metabolismo accelera.

Tutto questo avviene perché il nostro corpo lavora per riportare alla normalità la temperatura corporea.

Anche la circolazione subisce un aumento, e durante questo processo impurità e tossine vengono espulse dal nostro corpo attraverso i pori della pelle. Inoltre, se il corpo si surriscalda aumenta la produzione di globuli bianchi, dunque, almeno in teoria, anche il sistema immunitario trae beneficio dal sudore.

Quindi sudare fa assolutamente bene.

 

Il sudore emana cattivo odore?

La risposta a questa domanda non è sicuramente scontata. Iniziamo col chiarire che il sudore prodotto per il caldo, per lo stress o durante l’esercizio fisico ha composizioni chimiche differenti.

Il sudore dovuto allo stress è sicuramente più acre perché viene espulso dalle ghiandole apocrine, che si trovano in zone solitamente ricoperte di peli come inguine, ascelle e cuoio capelluto.

Il sudore in sé e per sé però non produce cattivo odore. Ciò che crea questo fenomeno è in realtà il liquido lattiginoso, fatto principalmente di acqua, zucchero, proteine e ferro, che viene secreto dalle ghiandole apocrine, affondate nel follicolo pilifero del cuoio capelluto, sotto le ascelle, sulla zona pubica ed intorno all’ano.

Tale secrezione inodore, è l’habitat preferito dai batteri i quali proliferano grazie al calore, ed espellono sostanze di scarto maleodoranti.

 

Come combattere l’iperidrosi e il cattivo odore

L’ipersudorazione è detta  iperidrosi e affligge circa il 3% della popolazione mondiale. Come già detto, sudiamo di più se sottoposti a stress, gli obesi sudano più dei normopeso e gli uomini sudano più delle donne. Dopo i 60 anni però, sia uomini che donne sudano meno, ed è per questo motivo che subiscono rischi  maggiori durante le ondate di caldo. Il primo istinto per combattere l’eccessiva sudorazione sarebbe quello di togliersi i vestiti di dosso. Sfatiamo subito questo mito, perché sembra che non sia affatto la soluzione corretta.

Il modo migliore per combattere il sudore è invece l’utilizzo di fibre naturali e leggere, che lasciano traspirare la pelle creando con il loro movimento una sorta di vento artificiale, che aiuta il calore ad evaporare e crea un’intercapedine tra epidermide e raggi solari.

Un altro problema determinato dal sudore è poi il cattivo odore da esso derivante.

Come tenere questo odore sotto controllo? Eliminare o ridurre i peli, lavarsi spesso con saponi non aggressivi in modo accurato e regolare, con particolare attenzione alle aree a rischio batterico come ascelle, inguine e zona pubico/anale. Infine asciugare con cura.

275 Visitatori

Orari:

Farmacia:  Dal lunedì al venerdì - 8:30 - 13:00, 17:00 - 20:30 | sabato chiuso (se non di turno) | Farmacia di turno: Domenica 30 Giugno - Sabato 13 luglio (con notturno)

Farmabeauty: Lunedì matt. chiuso - pom. aperto | Centro aperto dal martedì  al venerdì- sabato mattina